SORRIDONO LE D – TROPPO FORTE IL CASARANO PER L’ISCHIA – C ALLA SECONDA BATTUTA D’ARRESTO CONSECUTIVA

  • in
  • Perde la B Maschile di Angelo Cimmino in casa della Leo Shoes Casarano. Risultato netto ma bugiardo soprattutto per il gioco espresso dai gialloblu al cospetto di una formazione costruita a “suon” di euro per il deciso salto di categoria. Purtroppo, come a ad Atripalda,  ancora una volta si torna a casa a mani vuote ma con i complimenti della squadra avversaria. Tanta recriminazione per un primo set giocato alla pari e dominato nella distribuzione precisa e ragionata di Romeo che serve alla perfezione le bocche da fuoco isolane dal “braccio caldo” De Siano e Limongello. Spalla a spalla fino ai vantaggi 24-24 grazie a una stampata proprio del centrale napoletano su Bolla. Poi viene fuori l’esperienza e la forza degli uomini di mister Licchelli, una squadra che nel momento in cui troverà la “quadra” difficilmente lascerà più punti per strada. La corazzata messa in piedi dal DG Anastasia con Scrimieri, Muscarà, Garofalo e Bolla, provenienti da A1 e A2, è troppo esperta per fallire l’obiettivo. I punti decisivi arrivano proprio dall’opposto ex Verona e dallo schiacciatore ex Spoleto, precisi e determinati. Ciò nonostante l’Ischia c’è e si vede negli schemi e nel gruppo. Queste le componenti che mai verranno meno sull’isola dove gli obiettivi “per il momento” sono altri ma dove la Dirigenza è già al lavoro per proseguire nel percorso di crescita costante intrapreso tre anni fa. In terra pugliese, la compagine del DG Lucibello annoverava tra le proprie fila, il centrale Ielasi classe 2001, i fratelli Gio ed Edo Spignese, classe 2002 e 2003, tra i migliori della categoria giovanile nel ruolo di schiacciatore e di libero con Ferrandino a far da chioccia e collante con la “vecchia guardia” Trani e De Siano e a farsi sentire in campo e fuori. Progressi importanti e lavoro imponente del tecnico Cimmino, nonostante le difficoltà logistiche, bravissimo a toccare “le corde giuste” di ogni atleta. Prossimo appuntamento nel fortino della Scotti, sabato contro un’altra corazzata del girone. Scende alla scotti l’Olimpia Galatina Lecce dell’ex Lentini. Ci sarà da dare battaglia con start ore 17.00. Incontro da non perdere e gialloblu chiamati a dare il 200% davanti al pubblico di casa. Parziali 3-0 (26-24 25-13 25-18)

LEO SHOES CASARANO

3 Laterza (c), 4 De Micheli, 5 Bolla, 6 Iaccarino, 7 Garofalo, 8 Torsello, 9 Baldari, 10 Stefano, 11 Scrimieri, 13 Scarpello, 14 Muscara’, 15 Tellez, 1 Barone (L1), 12 Giaffreda (L2) All. Licchelli,  AC Marte, Dirigente Coi

AMICO METANO ISCHIAPALLAVOLO

2 G.G. Spignese, 3 Ielasi, 5 Romeo (C), 7 Pacelli, 9 De Siano, 11 Trani, 13 Minuti, 18 Limongello, 8 Ferrandino (L1), 14 Edo Spignese (L2) All. Angelo Cimmino Dirigente Lucibello

Arbitri

Fabio Semeraro di Bari e Raffaella Ayroldi di Molfetta

Vince in trasferta la D Femminile di mister Checco Buono. Un altro tassello aggiunto al percorso delle “pupe” che continuano a stupire e a dimostrare di valere la categoria. De Luise & co hanno la meglio dei Koala S. Vesuviano in poco più di un ora per 3-1 e nonostante la partenza ad Handicap per il set perso ai vantaggi si rilanciano in classifica nella zona intermedia di tranquillità. E’ questo l’obiettivo posto dalla Società ad inizio anno, ovvero quello di crescere e acquisire quell’esperienza che consenta alle ragazze di garantire il perfetto ricambio alla prima squadra femminile in serie C. Le ragazze sembra stiano seguendo alla lettera “il dictat” del mister divertendosi e facendo un gran bel campionato. prossimo appuntamento in casa alla Scotti domenica ore 16.30 contro la P2P. Parziali 1-3 (27-25 11-25 17-25 16-25)

Perde la seconda gara consecutiva, la C Femminile di Simone Ferrandino, che dopo il tie-break di Pastena, cede più nettamente all’Emilio Vietri Montoro, apparsa in un momento di maggiore forma rispetto alle isolane troppo falcidiate da impegni e infortuni. Orfane di Clara Gamba ancora ai box per l’infortunio patito a S. Agata, di Grazia Mattera volata in America, di Ramona Polito impegnata negli studi e di Pisani alle prese con impegni personali, le leonesse sono costrette ancora una volta a stringere i denti e di fronte ad un avversario più lucido alzare “bandiera bianca”. Mister Ferrandino costretto a mescolare le carte con Impagliazzo in “banda” e la rientrante Trani nel ruolo di opposto. Cambi che non sortiscono i risultati sperati. C’è da serrare le fila in settimana con la squadra chiamata a confrontarsi per prendere un unica linea da portare al traguardo e non perdere il filo conduttore dell’anno. La categoria è sicuramente più competitiva rispetto all’anno scorso e laddove le gare si vincevano anche con il cuore adesso è necessario essere lucide e precise in ogni fase di gioco contro tutti. Ma occorre tanto sacrificio e voglia. Parziali 1-3 (18-25 19-25 25-20 9-25)

Vince anche la D maschile che batte alla Scotti il Pontecagnano e consolida la seconda posizione in classifica dietro la battistrada Polisportiva Matese. Percorso netto degli atleti di mister Fabio di Costanzo che lasciano fin’ora un punto all’Avellino nel cammino in campionato e nell’ultima gara mettono sotto gli avversari di forza soffrendo un piccolo appannamento solo nel secondo set. Ottima prestazione di Ielasi in zona centrale e delle bande Mancusi e Tarallo oltre all’onnipresente Buono a fare da chioccia nel ruolo di libero. Prossimo appuntamento mercoledì ancora la Scotti per il recupero ore 15.30 contro il Pomigliano che ha chiesto ed ottenuto lo spostamento gara settimana scorsa con il benestare del Comitato per due atleti impegnati in altra competizione. Cose che succedono anche nel volley. Occasione in più per vincere la gara e consolidare la classifica. Parziali 3-1 (25-12 18-25 25-14 25-18)

Attachment

manifesto

×

pubblicita-dirweb

×